11 dic 2017

12.12.2017 omino71 x Bianco Rosso Green @ Micro Roma

BIANCOROSSOGREEN  12-18 dicembre 2017 vernissage 12 dicembre 2017 alle ore 18 MICRO ARTI VISIVE  Spazio Porta Mazzini | Viale Mazzini 1 Roma   

 

 

Roma -  Si inaugura martedi 12 dicembre alle ore 18 presso gli spazi di Porta Mazzini la mostra BIANCOROSSOGREEN. La mostra rappresenta la fase finale del progetto omonimo di Associazione Italiana Sommelier e l’esposizione è curata da Paola Valori. Il progetto ha ricevuto la "Menzione Speciale per il Premio Gavi - LA BUONA ITALIA 2016”, è dedicato all’arte e alla cultura del riciclo e punta l’attenzione sulla possibilità del recupero e del riuso dei tappi di sughero. Partendo dalla consapevolezza che i tappi destinati al rifiuto possono essere trasformati in nuova risorsa, il progetto ha dato vita a un lavoro collettivo che ha coinvolto pittori, designer e architetti tra i più interessanti del panorama contemporaneo. Venti opere tra installazioni, oggetti di arredo e assemblaggi, disegnano il percorso espositivo della mostra e costituiscono una vera e propria rigenerazione dello scarto, nel tentativo di innescare azioni virtuose come concreto contributo all’ambiente. “È un impegno di riciclo che costa fatica” - scrive in catalogo Manuela Cornelii (referente progetti AIS per il sociale) - “per un delta ambientale numericamente ridotto, ma pervaso da una volontà di intenti che dà ragione, significato e potenza al progetto stesso” - e conclude “L’idea oggi ha cominciato a muoversi: domani dovrà e saprà conquistare sempre più le menti e i cuori di tanti” . Il catalogo, dove verranno riprodotte tutte le opere dei singoli artisti, documenta la mostra con interessanti interventi di Fulco Pratesi, Paola Valori e del Presidente AIS Antonio Maietta, a sottolineare quanto l’arte possa essere declinata secondo i principi di sostenibilità e armonia con l’ambiente. Attesi per il grande evento inaugurale personaggi della cultura, critici e collezionisti dell’ambiente romano, oltre a Fulco Pratesi fondatore del WWF Italia, che ha così dichiarato: “ Il fatto che alcuni validi artisti - guidati da Paola Valori per il lungimirante progetto BIANCOROSSOGREEN dell’Associazione Italiana Sommelier - si siano espressi in opere in cui i piccoli cilindri di sughero, altrimenti non riciclabili, sono elevati ad espressione artistica, non può che riempire di gioia coloro che nella strenua lotta al sempre più tremendo problema dei rifiuti urbani si batte da decenni con costanza e impegno”. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 18 dicembre 2017 negli orari di galleria.  (Ingresso libero)  

 

 

Artisti in mostra: Paolo Camiz, Francesco Saverio Cancelliere, Antonella Catini, Corrado Delfini, Jessica Di Martino, Caterina Giglio, Easy Pop, Fabio Ferrone Viola, Hackatao, Giulia Kron Morelli, Simona Mariani, Alessandra Meschini, Sandra Naggar, Neirus, Omino 71, Francesca Pazzaglia, Cristiana Pedersoli, Maurizio Prenna, Loredana Raciti, Tiziana Vanetti.  

 

Riferimenti Organizzativi: www.microartivisive.it info e contatti: Paola Valori +39 347 0900625  

12.12.2017 omino71 x Action/Reaction. Arte Urbana e Street Art a Roma @ Macro Roma


Action/Reaction. Arte Urbana e Street Art a Roma

21/11 - 21/12/2017
MACRO, 
MACRO Via Nizza
Quattro giornate di incontri, proiezioni e immagini su problematiche, realtà e percezione del lavoro artistico e creativo urbano.
Le giornate sono promosse da Roma CapitaleAssessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali Biblioteche di Roma, nell’ambito del programma “Contemporaneamente Roma 2017”, su progetto generale di Anna Maria CerioniClaudio Crescentini e Federica Pirani.
Le quattro giornate si concentreranno sui differenti aspetti e sulle problematiche legate al fenomeno dell’arte urbana, un fenomeno espresso anzitutto tutto nelle strade, fra la gente, ma anche negli spazi istituzionali, come appunto il museo e le biblioteche, specchio e rifrangenza di quei luoghi di vita e di produzione creativa, dove l’arte entra, a volte anche di prepotenza, nel quotidiano, con i suoi colori, le sue figure ma anche con l’impegno o il disimpegno civile, oltre che con il disagio sociale e culturale espresso per immagini.
L’intento è di dar vita a un appuntamento con cadenza annuale, volto all’analisi e al monitoraggio delle esperienze capitoline nel campo dell’arte urbana, attraverso un confronto tra studiosi, artisti, esperti del settore del mondo universitario, accademico e dell’associazionismo culturale.
Luogo
MACRO
, MACRO Via Nizza
Orario
Martedì 21 novembre 2017 ore 11.00-13.30 / 15.30-18.00
Martedì 5 dicembre 2017 ore 11.00-13.10 / 15.30-19.00
Martedì 12 dicembre 2017 ore 11.00-13.00 / 15.30-18.30
Giovedì 21 dicembre 2017 ore 17.30-19.30

Steet Art. Conservazione Sì / Conservazione No

12/12/2017
MACRO, 
MACRO Via Nizza
Nell'appuntamento, curato da Anna Maria Cerioni e Salvatore Vacanti e coordinato dall’Ufficio Restauri e Nuove Collocazioni, muovendo dall’esperienza della Sovrintendenza Capitolina, che da anni cura il censimento e la mappatura dell’arte urbana, con il monitoraggio costante del fenomeno, sarà affrontato il delicato tema del rapporto tra contesto urbano e Street Art. In tale prospettiva saranno messi a fuoco gli aspetti fondamentali relativi alle problematiche giuridiche, alla documentazione delle opere e alla loro conservazione.
Sezione I - Oltre l'immagine: pubblico e privato, tra giurisprudenza e committenza
Città e Street Art: un rapporto da coltivare
Anna Maria Cerioni, Storica dell’arte, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali - Ufficio Restauri e Nuove Collocazioni
11.00-11.20
Urban Art: rimozioni delle opere e questioni proprietarie
Giovanni Maria Riccio, Docente “Legislazione dei beni culturali e dello spettacolo”, “Diritto pubblico e Diritto comparato d'autore”, Università degli Studi di Salerno, DISPAC
11.20-11.40
Diritto d’autore e proprietà: alcune questioni aperte sulla Street Art
Francesco Alongi, Avvocato, Esperto di Diritto della concorrenza e proprietà intellettuale
11.40-12.00
Street art, l’arte delle sovrapposizioni
Stefania Grassia, Avvocato, Direttore Dipartimento Patrimonio Sviluppo e Valorizzazione di Roma Capitale
12.00-12.20
Partenariato pubblico-privato. L’esperienza dell’ATER nei progetti di riqualificazione a Roma
Franco Mazzetto, Architetto, Direttore generale ATER Roma
12.20-12.40
L’opera urbana, un simbolo da salvare: da M.U.Ro. a GRAArt
David Diavù Vecchiato, Artista e Curatore
12.40-13.00
Break
Sezione II - Immagine Vs Muro: documentare e conservare la Street Art Street Art Stories
Jessica Stewart, Storica dell’arte, Fotografa, RomePhotoBlog
15.30-15.45
Documentare l’effimero: tracce contemporanee per il futuro
Antonella di Lullo, Curatrice Nufactory
15.45-16.00
Censimento e mappatura della Street Art: il progetto della Sovrintendenza Capitolina
Salvatore Vacanti, Storico dell’arte, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali - Ufficio Restauri e Nuove Collocazioni
16.00-16.15
Documentare la Street art: primi risultati di una ricognizione
Alessia Cadetti, Dottoranda di ricerca, Università degli Studi di Udine, Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale
16.15-16.30
Dall’“Arte di frontiera” alla musealizzazione. Il destino dell’Arte urbana tra evanescenza e conservazione: alcuni casi
Francesca Lombardi, Francesca Romana Sinagra, Storiche dell’arte, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali - Ufficio Restauri e Nuove Collocazioni
16.30-16.45
La memoria dell’Arte urbana
Mirko Pierri, Curatore, a.DNACollective
16.45 -17.00
Triumphs and Laments di William Kentridge: un caso particolare
Marina De Santis, Federica Giacomini, Restauratrici, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali - Ufficio Restauri e Nuove collocazioni
proiezione del video-documentario
William Kentridge: Triumphs and Laments. A project for Rome at MACRO (2016, 5’49”)
17.00-17.25
Your Art. YOCOCU Urban Art. Conservazione e restauro
Andrea Macchia, Conservation Scientist
Laura Rivaroli, Restauratrice
17.25-17.40
Il punto di vista degli artisti
AliCè, Diamond, MP5, Mr. Klevra, Omino 71, Ozmo, Solo
17.40-18.30

5 dic 2017

10.12.2017 omino71 x Infinito @ Acronimo Roma


Acronimo è lieto di annunciare che il 10 dicembre 2017

avrà luogo l’evento di inaugurazione del suo nuovo spazio espositivo in via Tripoli 3b a Roma. Un evento che si è fatto attendere e che nonostante ciò avrà luogo in uno spazio ancora non finito. Per questo motivo abbiamo scelto come tema dell’evento “l’incompiuto”. Vorremmo quindi organizzare l’esposizione di opere non finite in uno spazio dove i lavori sono ancora in corso. Pensiamo che sia un tema che accomuna molti artisti e che al momento è molto sentito anche dallo staff di Acronimo. Il nome dell’evento sarà “Infinito” poiché a nostro parere la bellezza di un’opera incompiuta è nella sensazione di spazio senza fine che provoca la fruizione dell’incompiuto. Come sosteneva Rodin il non finito è sinonimo di infinito.

Parteciperanno all’evento esponendo le loro opere incompiute: Emme – xyz Kiv tnt Marco Rea Omino 71 Romandoors Zeitwille

Per l'esposizione del 10 dicembre, RomanDoors in collaborazione con Acronimo sta realizzando una performance nella quale diversi writers scriveranno il proprio tag sulla serranda della galleria andando a comporre un’opera polifonica data da contributi grafici individuali. Pur finita, l'opera, abbraccia il tema dell'esposizione, l'incompiuto. L'incompiutezza di una simile opera è evidente se si pensa che rimarrà esposta alle intemperie e ad imprevedibili alterazioni che altre mani potrebbero praticare in futuro. Magari proprio quelle degli artisti che frequenteranno la galleria.


Programma inaugurazione Acronimo

Venerdì 8 dicembre ore 18:00 : estemporanea ROMAN DOORS

Domenica 10 dicembre ore 18:00 : vernissage opere incompiute

Acronimo
via Tripoli 3b Roma
info@acronimo.org
acronimo@legalmail.com